Storie

In mezzo scorre il Fiume

“Mio caro Maestro, mio grande amico, venga a Fiume d'Italia, se può. È qui oggi la più risonante aria del mondo. L'anima del popolo è sinfoniale come la Sua Orchestra”. Gabriele D'Annunzio, con queste parole, invitò Arturo Toscanini a Fiume, per un concerto. E il Maestro decise di andare. Il nuovo racconto storico di Gustavo Marchesi.

22-09-2020 | 18:00

L'imbelle ribelle

“Noi le mascherine non ce le metteremo mai!”, seguono imprecazioni, parolacce e botte ai vigili urbani. È successo a Roma nei giorni scorsi e gli aggressori erano ragazzi giovani: un racconto che si ripeterà spesso, c’è da giurarci. Sì, perché in Italia – ma non solo – sta nascendo una nuova, miserrima figura, il “ribelle della mascherina”.

27-08-2020 | 10:36

Lessico di guerra

Francesca Niccolai e Cesare Pastarini

L’immane catastrofe che si sta verificando non ha un linguaggio proprio. Si è “costretti” a utilizzare e ripetere, senza lo sforzo di crearne uno appropriato, un vocabolario che fa riferimento alla sopraffazione dell’uomo sull’uomo, al suo più esecrabile comportamento di violenza, l’omicidio e, appunto, la guerra.

10-05-2020 | 19:19

Simbologia della quarantena

Marianna Sophia Malagoli

“Il quaranta deve emanare dal numero quattro che è pure un numero completo, un numero che riassume Dio e le sue opere.” Queste le parole di Sant’Agostino di Ippona che spiegano il potere racchiuso nel numero quaranta, l'energia e lo scopo di queste due cifre. Nel libro della Genesi si narra che Adamo, il primo uomo, viene custodito dal Dio creatore per quaranta giorni prima di essere introdotto in paradiso per la prima volta...

06-05-2020 | 11:16

Vita, carcere e miracoli di Iron Mike

Lorenzo Longagnani

Detto "Iron Mike" o "King Kong", Mike Tyson è stato uno dei migliori pesi massimi nella storia della boxe. Oltre che per la ferocia, era venerato per la tecnica innovativa che poggiava sulla sua fisicità. Scolpitosi un fisico eccezionale, aveva sviluppato al massimo i muscoli del collo, grazie al quale poteva sopportare urti terribili che, una volta incassati, gli permettevano di trovarsi a breve distanza dell’avversario.

09-04-2020 | 12:10

Il binario del delirio

Gli sono bastati nove anni per passare da una cella di prigione alla poltrona di cancelliere, solo sei per imporre al mondo intero la propria follia omicida. In una quindicina d’anni l’Imbianchino è riuscito ad incendiare il pianeta. E tutto ciò che è accaduto in questo breve periodo e sta accadendo durante i primi anni della guerra era già scritto nelle pagine di Mein Kampf. (capitolo 13)

25-03-2020 | 11:08

Quando la Storia diventa dramma

Per l’Imbianchino gli ultimi mesi del 1939 sono segnati dai successi in battaglia. Già il 22 settembre, le truppe del Reich sfilano nelle strade di Brest-Litovsk in una comune parata trionfale con le divisioni dell’Armata Rossa giunte da est. La spartizione della Polonia tra la croce uncinata e la falce ed il martello è cosa fatta. (Capitolo XI)

26-01-2020 | 23:41

Pagine