Benvenuto su Fiori del male

Il coraggio del poeta

Gregorio Samsa

C’è un peccato capitale che abita la poesia contemporanea: quello di ritirarsi in quella turris eburnea che è il circolo dei pochi, degli “eletti”. Invece sarebbe il tempo di – questione sintattica oltre che metrica (oltre che etica) – spingerla con forza nello spettacolo turpe dell’analfabetismo semantico contemporaneo. Emilio Zucchi lo ha fatto. Molto bene.

20-02-2020 | 11:55

L'amore disperato di Cioran

Pietro Iannibelli

Cioran, lo spirito più acre e disingannato dei tempi moderni, una sorta di esiliato sulla terra, nei primi mesi del 1981, già settantenne, ricevette una lettera da un’insegnante di Colonia, Friedgard Thoma, la quale, oltre a essere bella e colta, aveva la metà dei suoi anni. Commise l’imprudenza di risponderle.

27-01-2020 | 00:07

Quando la Storia diventa dramma

Per l’Imbianchino gli ultimi mesi del 1939 sono segnati dai successi in battaglia. Già il 22 settembre, le truppe del Reich sfilano nelle strade di Brest-Litovsk in una comune parata trionfale con le divisioni dell’Armata Rossa giunte da est. La spartizione della Polonia tra la croce uncinata e la falce ed il martello è cosa fatta. (Capitolo XI)

26-01-2020 | 23:41

L'inafferrabile felicità

Pietro Iannibelli

Peter Handke ha scritto un’opera intitolata "Infelicità senza desideri", del 1972. Non è un romanzo, ma una sorta di breve biografia della madre dello scrittore e, insieme, un singhiozzo discorsivo. La donna si suicidò quando il figlio aveva poco meno di trent’anni, lui lo apprese dai giornali.

02-01-2020 | 16:53

Primo Levi nel sistema periodico

Primo Levi ne Il Sistema Periodico prende come pretesto e come base gli elementi chimici per costruire un’autobiografia che è anche una vivida e originale storia del Novecento, oltre ad avere un suo valore letterario particolare, grazie a un uso non banale della lingua e al riavvicinamento della scienza alla letteratura, cosa ormai troppo rara.

02-01-2020 | 16:30

Ora inizia la Shoah

Durante i primi giorni di ottobre del 1938, il governo di Varsavia revoca il diritto di cittadinanza agli Ebrei polacchi residenti all’estero da oltre cinque anni. Come conseguenza immediata, il ministero degli interni del Reich dispone che quelli di loro che si trovano in Germania vengano espropriati dei loro beni e siano rimpatriati coattivamente. (Capitolo X)

16-12-2019 | 22:25

La Cosa di Wallace

Pietro Iannibelli

A pagina 830 e seguenti del fantasmagorico Infinite Jest, David Foster Wallace ci introduce a due distinte tipologie di depressione, la melanconia semplice, o anedonia, e la depressione clinica, o disforia unipolare, che nel romanzo chiama “La Cosa”. Ecco cos'è.

14-12-2019 | 16:18

Perché nasce Guernica

In tedesco Rügen significa monito. Operazione Rügen è il nome in codice che l’Imbianchino ha scelto per il bombardamento aereo di Guernica. Il 26 aprile 1937 venticinque caccia e trentuno bombardieri picchiano sulla cittadina basca, pressoché priva di difesa contraerea, e rovesciano in ondate successive il loro carico di morte sulla popolazione civile.

20-11-2019 | 15:51

Mickey Rourke, mezzo divo, mezzo pugile

Lorenzo Longagnani

Mickey Rourke nasce a New York il 16 Settembre 1952 ma si trasferisce con la madre e i fratelli a Miami molto presto per sfuggire alla violenza domestica di un padre alcolizzato. Il suo disagio interiore inizia a manifestarsi molto presto attraverso risse di strada e botte da orbi condivise con altri suoi coetanei, altrettanto problematici. Poi arriva la boxe.

13-11-2019 | 15:14

Joker vince o perde?

L'ultimo straordinario Joker di Joaquin Phoenix partendo dal lontano George Bailey di James Steward. Basta pensarci un attimo e l’elenco dei “losers” che si ribellano alla loro condizione con vendette efferate e violenze impensabili è molto nutrita nella storia del cinema. E se il perdente ci aiutasse a vivere?

15-10-2019 | 17:54

Non è stato creato alcun contenuto per la prima pagina.