Storie

Genitore 2 a chi?!

Giorgia Boselli

Sul modulo per l'iscrizione al liceo di mia figlia il Gentiroe 1 è il padre mentre il genitore 2 è la madre. Allora, d’istinto, mi è scattata la competizione. E nelle note avrei voluto scrivere che ho frequentato il Liceo Classico, e il padre no. Anche perché se lo avesse fatto avrebbe sicuramente copiato i compiti. Prima puntata di una cronaca semiseria. Di una donna in lotta con il mondo contemporaneo.

21-02-2019 | 09:48

Quando inizia la tragedia

“Dopo innumerevoli esperimenti, ho trovato la forma finale: una bandiera a sfondo rosso, un disco bianco e una svastica nera al centro. Dopo molte ricerche, ho deciso le corrette proporzioni tra la grandezza della bandiera e quella del disco bianco e la forma e lo spessore della svastica.” Così scrive Hitler in Mein Kampf. E così è iniziata la tragedia. (terza puntata)

29-01-2019 | 14:32

La dottoressa che uccideva con la fame

Marianna Sophia Malagoli

Nel 1908 Linda Burfield Hazzard pubblica "Fasting for the cure of destasse", il suo vangelo personale di Digiunoterapia. Il protocollo prevedeva come unica fonte di nutrimento dei succhi di pomodoro e asparagi talvolta accompagnati da un cucchiaino di succo d’arancia. Una dieta che, spesso, portava alla morte.

12-12-2018 | 16:41

La strana storia di Felix, Charlotte e Adolf

Felix, Charlotte e l’Imbianchino sono tre pittori nati nell’epoca più tragica di cui si abbia memoria. Nelle loro tele appaiono gli avvenimenti che hanno segnato le loro esistenze e le tracce di quegli anni che hanno sconvolto irrimediabilmente la faccia del mondo. Quella che segue è la cronaca di quei giorni, quei fatti e quei dipinti. (Capitolo 1).

03-12-2018 | 14:39

Nerone, il Colosseo e l'obelisco

Recentemente lo storico dell’arte Tomaso Montanari, tutt’altro che nostalgico del Fascismo, ha fatto notare a chi vuole abbattere l’obelisco fascista del Foro Italico a Roma che ai Musei Capitolini è in bella mostra (giustamente) il busto di Nerone. Un uomo noto per aver fatto incendiare Roma, avvelenare Seneca e assassinare la propria madre. Dunque cosa ci insegna il tempo che passa?

05-01-2018 | 14:58

Perché tu Pennywise?

Se giustamente la più importante copertina dell’anno della rivista più famosa del mondo, Time, ha voluto premiare il coraggio civile di chi ha avuto la forza di spezzare la catena dell’omertà, da un punto di vista meramente più pratico - ed estetico - il personaggio dell’anno non può non essere che il pagliaccio Pennywise. Che ci ricorda tante cose che abbiamo amato.

24-12-2017 | 00:12

Pagine