Vittorio Sgarbi

Le stanze dell'arte
Vittorio Sgarbi
Le opere d’arte, gli artisti e le loro vicende umane, a partire dall’arte bizantina fino ai giorni nostri. Poi i grandi scrittori, i filosofi e i poeti di ogni tempo. Ogni settimana un racconto unico, e in esclusiva, del famoso critico d’arte Vittorio Sgarbi. Dalle stanze della sua casa romana.

E se arrivassero i barbari?

Vittorio Sgarbi legge il poeta greco Kostantinos Kavafis. Una poesia sull'arrivo dei barbari. Che faranno come Godot.

Cosa significa "democrazia"?

Che cosa significa oggi la parola "democrazia"? Quali sono i presupposti affinché il potere sia legittimato ad essere tale? Sul concetto di democrazia riflette oggi Vittorio Sgarbi. Partendo dal pensiero di Tommaso Campanella.

Per Pontormo la pittura è un sogno

La corsa solitaria e malinconica di Pontormo si infrange nella Deposizione di Cristo dalla croce. Un'opera in cui tutti gli elementi galleggiano più delle nuvole. Lassù nel sogno estremo, dove neanche Salvador Dalì arriverà mai.

L'uomo che se ne va sicuro

Eugenio Montale riflette sulla condizione umana. Nel lontano 1916. Vittorio Sgarbi legge da "Ossi di seppia".

Il mistero di Dylan Thomas

Un poeta impenetrabile e misterioso. Però capace di slanci folgoranti come nessuno. Ecco chi era Dylan Thomas. Qui letto da Vittorio Sgarbi.

Portami un girasole

Vittorio Sgarbi legge Eugenio Montale. Un frammento da Ossi di seppia.

Eugenio Montale come Giorgio de Chirico

Eugenio Montale racconta lo spaesamento della mente. L'imperio del male che vince la nostra volontà. Come in un quadro metafisico di Giorgio de Chirico. Letto da Vittorio Sgarbi.

La perfezione di Tiziano

L'Assunta di Tiziano in Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia incarna la perfezione del pieno Rinascimento. Un'opera che era nelle ambizioni di Raffaello. Ma che solo Tiziano riesce a portare a termine.

La potenza di Shakespeare

La forza di un sonetto di Shakespeare. Nella sublime traduzione di Eugenio Montale.

Il matrimonio impossibile

Il "Matrimonio degli Arnolfini" di Van Eyck racconta il mondo che sarà. E che viene ripreso, due secoli dopo, da "Las Meninas" di Velàzquez. Come se i due artisti fossero la stessa persona.

Adamo ed Eva nel paradiso terrestre

Nella cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine a Firenze si sfidano Masolino e Masaccio. I protagonisti sono Adamo ed Eva nel paradiso terrestre. Lezione sublime di Vittorio Sgarbi.

Per l'amore proibito di Giove

Qui la carne non è altro che carne. E il sesso non ha niente di metafisico. Correggio racconta gli amori proibiti di Giove con Leda, Danae, Io e Ganimede. Riproposti da Vittorio Sgarbi in occasione dei 480 anni dalla morte del pittore.

La condizione interiore di Simone Martini

670 anni fa, in questi giorni, moriva Simone Martini, uno dei pittori più significativi della storia dell'arte. Oggi riproponiamo la sua "Annunciazione" raccontata da Vittorio Sgarbi.

La Tempesta e la Gioconda

La tempesta di Giorgione e la Gioconda di Leonardo sono due dipinti molto conosciuti. Tanto conosciuti quanto, per molti, enigmatici. Scopriamoli.

Caravaggio coglie l'attimo

Il fanciullo morso dal ramarro di Caravaggio coglie l'attimo. Michelangelo Merisi è capace di fermare l'istante. Come gli artisti moderni. Forse di più. Vittorio Sgarbi ce lo racconta.

Con Giotto inizia l'arte moderna

L'incontro tra Gioacchino e Anna davanti alla porta aurea di Gerusalemme. Giotto la dipinge alla cappella degli Scrovegni di Padova. E con questo atto sancisce l'inizio dell'arte moderna.