Simone Seletti

Marginalia
Simone Seletti
Dalla musica alla storia, dal cinema alla letteratura, Simone Seletti crea la sua personale galleria di istantanee della cultura internazionale. Cercando nuove possibili connessioni tra le cose. Perché l'antropologia ha un orizzonte molto vasto.

Quell'eroe che era Bowie

Sono passati quarant’anni dall’uscita di "Heroes", uno dei dischi più rappresentativi di David Bowie. Scritto e inciso a Berlino, città in cui il musicista inglese si era rifugiato all’apice del successo e a un passo dal tracollo psicofisico ed economico. La missione era rigenerarsi, smettere con la cocaina e fare qualcosa di nuovo. Missione compiuta.

16-10-2017 | 14:06

La lingua va dove vuole

I dialetti, quando non siano usati per fomentare le peggiori frustrazioni politiche, possono essere una risorsa. Il primo a occuparsi degli aspetti formali dei dialetti italiani è stato Dante, che nel "De vulgari eloquentia" analizza una quantità di dialetti - o volgari italici - del proprio tempo. Perché per capire la nostra lingua bisogna partire da qui.

23-03-2015 | 16:14

Non ti scordar di me

Dimenticare una persona amata importante può essere un’impresa, ma salvo casi patologici di devozione eterna, più o meno tutti ci sono riusciti. Tuttavia, questo è meno facile nell’era di Facebook: in qualsiasi luogo ci sia una connessione si possono vedere le foto dell'ex amore (magari in felice compagnia). Per non disperare bisogna fare come Immanuel Kant.

07-07-2014 | 13:11

Le sliding doors di James Joyce

James Joyce provava un sincero amore par l'Opera italiana. Nel suo "Ulisse" riporta, sparsi nel romanzo, frasi di arie, nomi di opere e di cantanti. Ma la vicenda del Joyce musicista va ben oltre. In un momento della sua vita prende in seria considerazione la possibilità di tentare la carriera di cantante professionista. Ma poi...

21-06-2014 | 11:24